MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI FERRARA
Palazzo Costabili detto di Lodovico il Moro
Via XX settembre, 122 Ferrara
tel. 0532 66299 fax 0532 741270
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Web & social

www.archeoferrara.beniculturali.it

https://www.facebook.com/pages/Museo-Archeologico-Nazionale-di-Ferrara/103118683130697?sk=page_getting_started

https://twitter.com/ArcheoFerrara

 

ORARI DI APERTURA:

prima domenica di ogni mese > ingresso gratuito

Dal MARTEDI’ alla DOMENICA dalle ore 9:30 alle 17:00 (chiusura della biglietteria alle ore 16:30)

 

GIORNATE AD INGRESSO GRATUITO:

Ultimo sabato di Carnevale 18 febbraio, San Giorgio 23 aprile, Ultimo sabato del palio di Ferrara 27 maggio, Primo sabato di ottobre per Festival di Internazionale 1 ottobre

 

EVENTI, MOSTRE  e VISITE GUIDATE:

Incontri ferraresi di storia e archeologia per celebrare il centenario della scoperta di Spina, un ricco calendario che ci accompagnerà alla grande mostra in aperura a Palazzo Costabili a metà dicembre.
 
OTTOBRE 2022
25. 16.00 - 17.30 - Museo di Casa Romei
A. Baravelli, Immaginare l’Impero. Il ruolo della Libia nella costruzione mitografica fascista
27. 17.00 - 18.30 - Ridotto del Teatro Comunale
C. di Francesco, Alla ricerca del Palazzo perduto
 
NOVEMBRE 2022
2. 16.00 - 17.30 - Museo di Casa Romei
A. Boschi, La pellicola sugli scavi. Le nuove tecniche filmiche applicate alla ricerca archeologica (con proiezioni)
9. 16.00 - 17.30 - Museo di Casa Romei
A. Baravelli, Un medioevo in camicia nera. Invenzioni e manipolazioni del passato
15. 16.30 - 18.00 - Fondazione Estense - Palazzo Crema
C. Vaccaro, U. Thun, M. Marchesini, Elementi di vita quotidiana a Spina
22. 16.00 - 17.30 - Museo di Casa Romei
C. Guarnieri, Le conoscenze archeologiche relative a Ferrara e al Ferrarese negli Anni Venti
23. 16.30 - 18.00 - Fondazione Estense - Palazzo Crema
R. Cantore, Miti e tradizioni greche del Delta
30. 16.30 - 18.00 - Fondazione Estense - Palazzo Crema
M. Cattani, Il delta del Po nell’età del Bronzo
 
DICEMBRE 2022
14. 16.30 - 18.00 - Fondazione Estense - Palazzo Crema
T. Trocchi, La prima età del Ferro nel territorio di Spina
15. 16.00 – 17.30 - Sala dell’Arengo – Palazzo Comunale
M. T. Gulinelli, Gli anni Venti ed il rinnovato splendore del medagliere di Schifanoia
 
GENNAIO 2023
10. 16.00 – 17.30 - Sala dell’Arengo – Palazzo Comunale
F. Acqui, Le collezioni di ceramiche greche ed etrusche dei Musei Civici di Ferrara: possibili ritrovamenti spinetici e dal territorio ferrarese
12. 17.00 - 18.30 - Ridotto del Teatro Comunale
E. Govi, L’Etruria Padana
18. 17.00 - 18.30 - Università di Ferrara, Dipartimento di Studi Umanistici
A. Gaucci, Testimonianze epigrafiche da Spina
24. 17.00 - 18.30 - Università di Ferrara, Dipartimento di Studi Umanistici
V. Baldoni, La ceramica attica a Spina
30. 17.00 - 18.30 - Università di Ferrara, Dipartimento di Studi Umanistici
V. Nizzo, Spina e l’Etruria propria
 
FEBBRAIO 2023
2. 17.00 - 18.30 - Università di Ferrara, Dipartimento di Studi Umanistici
C. Pizzirani, Dioniso a Spina
15. 17.00 - 18.30 - Università di Ferrara, Dipartimento di Studi Umanistici
S. Medas, La navigazione in Adriatico in epoca etrusca
23. 17.00 - 18.30 - Università di Ferrara, Dipartimento di Studi Umanistici
B. Bramanti, N. Rinaldo, S. Masotti, Gli abitanti di Spina. Dati antropologici
 
MARZO 2023
2. 15.30 - 18.00 - Università di Ferrara, Dipartimento di Studi Umanistici
Seminario sulla storia degli interventi di scavo nell'area dell'abitato (con interventi di S.Patitucci, F. Berti, P. Desantis, C. Cornelio, C. Reusser, S. Campagnari)
15. 16.30 - 18.00 - Consorzio di Bonifica - Palazzo Naselli-Crispi
F. Berti, Riconsiderazioni sulla nave di Valle Ponti e i commerci di epoca romana
23. 16.30 - 18.00 - Consorzio di Bonifica - Palazzo Naselli-Crispi
M. Cesarano, Le indagini archeologiche nella Valle del Mezzano: il faro
30. 16.30 - 18.00 - Consorzio di Bonifica - Palazzo Naselli-Crispi
R. Dubbini, Un’erede di Spina. La Villa romana di Bocca delle Menate
APRILE 2023
6. 16.30 - 18.00 - Consorzio di Bonifica - Palazzo Naselli-Crispi
S. Gelichi, Il Delta nell’Alto Medioevo
13. 16.30 - 18.00 Fondazione Estense - Palazzo Crema
A.Augenti, Il territorio deltizio nel tardo antico
 
 

ACQUISTO BIGLIETTI ONLINE:

E' possibile acquistare i biglietti online, per i giorni e gli orari sopra indicati, al seguente link https://pagonline.cultura.gov.it/pagamenti-pagopa/acquista/acquista_biglietto.do

IMPORTANTE: inserire nella causale il nome del museo

Prima dell'acquisto è necessario registrarsi al portale https://pagonline.cultura.gov.it/pagamenti-pagopa/registrazione/visualizza_registrazione.do

ATTENZIONE! Rimborso biglietti acquistati con PagoPa

Non è previsto il rimborso nè del prezzo del biglietto, nè delle eventuali commissioni di servizio, nel caso di rinuncia o impossibilità, per qualsivoglia motivo, da parte dell'utente a visitare il museo.

Non è altresì previsto alcun rimborso e/o recupero dei biglietti anche nel caso in cui il visitatore commetta errori nelle fasi di acquisto on line del biglietto laddove abbia già chiuso la transazione.

In caso di vendita per via elettronica è quindi esclusa la facoltà di recedere ai sensi dell'articolo 59 alla lettera n del codice del consumo. Si invitano pertanto i gentili visitatori a verificare con la massima attenzione la data di prenotazione prescelta, corrispondente al giorno di visita, prima di confermare l'acquisto.

 

MODALITA' DI INGRESSO AL MUSEO:

In ottemperanza alle disposizioni governative vigenti previste per tutti i luoghi di cultura italiani per l’accesso al museo e durante le visite guidate è raccomandato l'uso della mascherina chirurgica.
A tutti i visitatori è consigliato di igienizzare le mani all’ingresso e mantenere il distanziamento sociale di almeno 1 metro.

 

Si comunica che questo istituto s'impegna per offrire al pubblico un orario di visita quanto più esteso possibile, nel rispetto dei criteri per l'apertura al pubblico, la vigilanza e la sicurezza dei musei e dei luoghi della cultura statali previsti dal D.M. del 30 giugno 2016, in attesa che vengano espletate le previste procedure concorsuali finalizzate al superamento delle attuali carenze organiche e al conseguente incremento del personale in servizio.

Ingresso

intero € 6,00

Agevolato € 2,00 (giovani di età compresa tra i 18 e i 25 anni)

gratuito per tutti i cittadini di età inferiore a 18 anni.

sono previste ulteriori agevolazioni per l'ingresso

 

Per la visita di gruppi e scolaresche è necessaria la prenotazione allo 053266299

 

Accessibilità

accessi facilitati

 

Servizi

sala per conferenze e convegni

 

Carta della qualità e dei servizi

Scarica il documento (aggiornato a ottobre 2017)

 

MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI FERRARA

Clicca qui per guardare il video di presentazione del Museo

booklet in Chinese language

 

museo archeologico ferrara

 

Il Museo Archeologico Nazionale di Ferrara fu inaugurato nel 1935 ed espone i materiali provenienti dalla città etrusca di Spina, importante emporio del mondo antico tra la metà del VI e gli inizi del III secolo a.C.

La storia del cinquecentesco Palazzo Costabili detto “di Ludovico il Moro”, riportato all’originario splendore con i restauri dell’architettura di Biagio Rossetti e degli splendidi affreschi del Garofalo e della sua scuola, si sposa con gli allestimenti del Museo, arricchiti da multiproiezioni, filmati e schermi digitali che accompagnano il visitatore nel percorso.

Al piano terra si inizia a fare la conoscenza degli Etruschi di Spina attraverso gli oggetti della vita quotidiana e le attività produttive, si passa quindi ai culti praticati, alla scrittura e alle lingue delle varie etnie che popolavano la città, facendone un vero e proprio centro multiculturale.

Al piano nobile la visita si snoda attraverso le sale dedicate alla necropoli, che ha restituito oltre 4.000 sepolture a inumazione e a incinerazione. Gli oggetti posti accanto al defunto al momento della sepoltura offrono preziose indicazioni sulla società di Spina, sulla vita economica e sui rapporti di scambio con il mondo greco e italico e rivelano quanto la sfera rituale fosse permeata da usanze elleniche. Costante delle sepolture più antiche è la ceramica attica con una quantità straordinaria di vasi prima a figure nere poi a figure rosse, prodotti dai più importanti ceramisti ateniesi; da questo straordinario complesso funerario proviene infatti una delle maggiori raccolte al mondo di vasi attici a figure rosse. Una menzione a parte merita la Sala degli Ori dove sono riuniti alcuni degli ornamenti più interessanti, orecchini, collane e diademi in oro e ambra, insieme a specchi in bronzo e vasetti portaprofumi in pasta vitrea.

 

museo archeologico ferrara3

 

Di notevole interesse sono poi le due grandi imbarcazioni monossili di età tardo romana rinvenute in prossimità dell’antico insediamento.

La visita si completa con la splendida Sala del Tesoro, dove spicca il soffitto affrescato all’inizio del Cinquecento dal Garofalo con personaggi di rango affacciati ad una illusoria balconata e infine con il vasto giardino neo-rinascimentale impreziosito da una galleria di rose, un labirinto e numerose essenze arboree.